Hotel Mozart


00277e33_medium

Autore: Renato Olivieri

Tipologia: Giallo

Luogo: Milano

Filo conduttore: L’assassinio di un imprenditore milanese

Ambientazione: La Milano del 1990

Protagonista: Giulio Ambrosio, commissario di polizia

Narrazione: In terza persona

Cosa impari dopo averlo letto: Che Renato Olivieri era uno scrittore magnifico

Giudizio nero:  Oui, je suis Maigret

Di Renato Olivieri ho letto ancora poco e me ne lamento. L’averlo scoperto tardi mi ha fatto perdere un sacco di romanzi intriganti, malinconici, ben scritti e davvero interessanti. Se Olivieri veniva considerato un maestro del giallo italiano ci sarà stato anche un perché, che condivido pienamente.

Ambrosio, una mattina di autunno, viene svegliato dalla notizia che Spartaco Proserpio, imprenditore milanese, è stato ritrovato nella sua auto, ammazzato con tre colpi di pistola sparati a bruciapelo. Il giorno seguente il ragionier Valle, uomo di fiducia di Proserpio, vola giù dall’ufficio al settimo piano. Un suicidio che sa tanto di depistaggio. Ambrosio si mette sulle tracce di un certo Orsini, imprenditore fanfarone che era stato ritrovato morto per strada un anno prima e che aveva ricevuto minacce proprio da Proserpio. Che, anche se non si dovrebbe parlare male dei morti, veniva considerato un mascalzone e un violento. Che le tre morti siano collegate?

Il ritmo del romanzo è lento, fatto di lunghe istantanee sugli arredamenti, i profumi, le emozioni di Ambrosio (e i suoi flashback milanesi), eppure non annoia mai, anzi intriga sempre di più, perché i personaggi dei romanzi di Olivieri si scoprono pian piano, grazie ai dialoghi ben scritti ed efficaci. Una Milano che non esiste più, che Olivieri descrive al meglio, sotto la pioggia novembrina. Un maestro, lo era per davvero.

Perchè leggerlo: Se piacciono i romanzi che si dipanano lentamente

Perchè non leggerlo: Se al contrario amate l’azione

Cos’ho pensato quando l’ho finito: Signor Olivieri, un peccato averla scoperta così tardi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...