Sentirsi scrittore


aspirante-scrittoreNon sei uno scrittore perché hai pubblicato un libro ma perché l’hai scritto. Perché hai provato quel brivido, qualcosa di unico, che solo chi ama davvero scrivere può capire. Aprire il tuo laptop mentre sei in attesa del volo che ti porterà a casa solo perchè t’è venuta voglia di continuare il racconto che avevi lasciato in sospeso. Anche se sono le due di notte, sei stanco e hai appena mangiato un panino schifoso che sapeva di ruggine. E’ sedersi la sera sul balcone, aprire il tuo taccuino e buttare giù l’idea che ti picchia in testa da quando ti sei alzato la mattina. Non accorgersi del tempo che passa mentre stai scrivendo il tuo pezzo, anche se in realtà saresti dovuto andare da una vita a fare la spesa. E’ leggere un romanzo e dire “questa frase avrei voluto scriverla io”. Incontrare un altro autore e non parlare di vendite e di diritti ma di personaggi, di frasi, del ticchettìo delle dita sui tasti. Non sei uno scrittore perché lo dice qualcuno.

Sei uno scrittore perché quando scrivi sei felice.

Venir pubblicato è solo una delle tante cose che possono capitare a chi scrive.

Ricordatelo.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...