Noir per viaggi e vacanze


running_backgroundSiamo ormai alle porte di Luglio, tempo di pianificare le vacanze, per chi ci andrà. E le vacenze non sono solo passare due settimane nella stessa pensione di sempre a quaranta euro al giorno pensione completa. Significa anche viaggiare, spostarsi, muoversi. Per quelli che amano trascorrere i viaggi accompagnati da buone letture, vi consigliamo un po’ di romanzi noir che fanno al caso vostro. Sono stati studiati e selezionati su esperienza diretta. A voi solo scegliere il viaggio, al libro ci pensiamo noi.

Se prendete un traghetto per la Sardegna
Pedras de FoguMassimo Carlotto e Mama Sabot (Serve soprattutto se per voi Sardegna fa rima con Flavio Briatore)

Se andate in montagna
Le ombre di MontelupoValerio Varesi (Per chi pensa che la montagna sia solo aria buona)

Se andate in vacanza in Liguria, pensione completa
La crueza degli uliviBruno Morchio (Per la mezza pensione…mezza pensione in Liguria?)

Se preferite la Costa Azzurra
Casino Totale – Jean Claude Izzo (E fatela una scappata a Marsiglia!)

Se andate su di un’isola greca a scorrazzare in motorino
Prestiti scaduti – Petros Markaris (Se andate a Creta, lasciate perdere il noir e leggetevi Zorba il greco)

Se andate a LLoret de Mar ad ammazzarvi di alcol
I mari del Sud – Manuel Vazquez Montalbàn (Sempre che vi rimanga il tempo per leggere)

Se dovete prendere un aereo per un viaggio intercontinentale
La trilogia del MagdeburgAlan D Altieri (Il tempo per leggerlo lo avrete eccome!)

Se andate in un villaggio vacanze all inclusive
Tutti i romanzi di Jean-Patrick Manchette (servono per reintegrare le forze tra un torneo di racchettoni e la sigla del villaggio)

Se andate all’isola d’Elba
Un qualunque episodio del commissario Bordelli di Marco Vichi (gustosi, come la cucina toscana)

Se andate a Sirmione in mezzo a una colonia di turisti tedeschi
Il corriere colombiano – Massimo Carlotto (vi servirà per non guardare quelli che mangiano la pizza bevendo cappuccino, calzando sandali con calze di spugna)

Se andate a Pukhet – Thailandia
Se andate a fare quello che penso io, spero vi si secchi il pistolino.

Se, come me, andate in trasferta a lavorare, altro che ferie
Uno qualsiasi con Sarti Antonio di Loriano Macchiavelli (Il questurino è così sfigato che alla fine vi sentirete quasi fortunati)

Se rimanete a casa
Beh, allora spulciate Noir Italiano!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...