Storie di delitti e di camere chiuse #2


Sherlock-Holmes-007Elementare, Watson!

Alzi la mano chi, nella vita, non abbia mai detto nemmeno una volta: Elementare, Watson! Questa frase, diventuta ben presto un cliché, appartiane al personaggio principale del giallo classico: l’intelligentissimo investigatore Sherlock Holmes. Nella sua prima apparizione “Uno studio in rosso”, all’internodi un appartamento viene ritrovato un cadavare senza alcuna ferita, mentre intorno è tutto pieno di sangue. Scotland Yard getta la spugna e chiama il detective privato Holmes per risolvere il caso, assistito dal fido Watson.

Holmes è uno scienziato dell’investigazione poliziesca. E’ un profondo conoscitore della matematica e delle scienze applicate. E’ inteligente e sa combinare i vari indizi che trova, dando loro un senso. Con la lente d’ingrandimento sa scovare anche il minimo dettaglio. E’ un superpoliziotto insomma, capace di sbrogliare le matesse più intricate. I colpevoli, se c’è in giro Sherlock Holmes, hanno le ore contate.

Il giallo classico si basa sul lieto fine. Il finale consolatorio è la sua prerogativa. Il detective di turno individua il colpevole, che di solito ha agito per mire o passioni del tutto personali. L’assassino viene imprigionato e tutto torna come prima. L’ambiente e la società nelle quali si svolgono il romanzo non influiscono minimamente sulle vicende. Il noir, con i suoi tratti d denuncia sociale, è ancora parecchio lontano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...