Vita segreta di Maria Capasso


Autore: Salvatore Piscicelli

Tipologia: Noir metropolitano

Luogo: Napoli

Filo conduttore:  I tentativi di una donna di salvare la propria famiglia

Ambientazione: la Napoli odierna, dove non si comprende il limite tra legale e illegale

Protagonista: Maria Capasso, madre, moglie, donna

Narrazione: in prima persona

Cosa impari dopo averlo letto: Che giudicare è impossibile

Giudizio nero:  Indimenticabile (Guida ai giudizi)

Bisogna trovarsi nella situazione per poter giudicare, dice sempre mia mamma. Ha ragione e questo romanzo ne è la prova. La domanda forte e nera che l’autore pone al lettore attraverso questo romanzo è la seguente: cosa fareste voi, se vi trovaste di fronte al crollo della vostra vita? Tutti potrebbero giudicare Maria Capasso, la protagonista, un’approfittatrice, una zoccola nata e finita. Ma ripeto: voi, per la felicità e la vita dei vostri figli, dove arrivereste?

Maria Capasso è una donna sui quarant’anni, ancora piacente. Vive in un quartiere periferico di Napoli, dove dimora abusivamente in una casa popolare con il marito Antonio e i tre figli. Fa la manicure a mezza giornata presso un centro estetico del quartiere Vomero. Ritiene la sua vita felice ma tutto precipita. Antonio ha un tumore allo stomaco e le cure non servono a nulla. Inoltre vengono sfrattati dalla casa dove vivono. Che fare? Maria si rifugia in Gennaro, ricco cliente del centro estetico, che da tempo le fa il filo. Divengono amanti e Gennaro finanzia le cure del marito. Ma l’uomo non è solo un ricco imprenditore di successo: è un uomo della camorra. Così propone a Maria di fare da corriere con un carico di cocaina. La donna accetta, la cifra promessa è altissima, in grado di pagare il consulto da un grande specialista. Accetterà anche di uccidere un uomo, solo per farsi comprare da Gennaro il centro estetico dove vive e per consentire ai propri figli un tenore di vita dignitoso.

Il romanzo è una botta in testa, un’impennata noir piena di colpi di scena. La protagonista è una donna che si ama e si odia senza mezze misure. Una madre che vuole il meglio per i propri figli e questo è il suo unico pensiero. Che poi per farlo debba sgobbare venti ore al giorno in un centro estetico o immischiarsi con la camorra e uccidere un uomo su commissione, non fa differenza. Il fine giustifica i mezzi, per Maria. Che è  anche una donna spaventata, che vede nel denaro l’unico modo per scappare dalla miseria dalla quale proviene. Consiglio la lettura di questo romanzo. L’Italia, forse, sta prendendo la direzione scelta da Maria Capasso. La legalità non consente più di vivere dignitosamente.

Poi c’è quella domanda fatidica: chi sei tu, per giudicare, senza aver passato quello che ho passato io?

 

Perchè leggerlo: Perché fa riflettere e pone il dubbio su tanti aspetti della nostra vita

Perchè non leggerlo: Nessuna controindicazione

Cos’ho pensato quando l’ho finito: Cosa farei io in una situazione del genere?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...