Cinque romanzi impossibili da finire


Morte a Venezia – Thomas Mann

Va bene il gondoliere senza licenza. Va bene anche il vecchio sul battello che finge di essere giovane e vigoroso. Ma l’innamoramento del protagonista nei confronti del bellimbusto polacco, quello ha sconfitto tutti i miei propositi di lettura.

Il nome della Rosa – Umberto Eco

Alla quindicesima pagina, quando parte la diatriba tra Guglielmo da Baskerville e il reverendissimo abate del monastero, ho cominciato ad avvertire formicolii alle mani, secchezza delle fauci e giramenti di testa (e di balle…). Unico episodio in cui mi è piaciuto più il film del romanzo.

Il codice Da Vinci – Dan Brown

Dopo i primi cinque capitoli e l’immagine del curatore del Louvre steso come l’uomo vitruviano di Leonardo, la mia opinione del romanzo è stata la stessa del ragioner Fantozzi sulla corazzata Potemkin.

Addio alle armi – Ernst Hemingway

Hemingway è uno degli scrittori più importanti che la storia mondiale abbia mai avuto. Ma “Farewell to arms” è incredibilmente pesante. Mi ha fiaccato.

Il partigiano Johnny – Beppe Fenoglio

Quando, leggendo l’incipit, conobbi il protagonista in fuga dalle “settemplici maglie tedesche”, mi venne il dubbio che lo stile di Fenoglio non si addicesse ai miei gusti personali. E per tutto il romanzo l’autore non fece niente per dimostrarmi il contrario.

E voi, quando leggete un libro che non vi piace, lo terminate lo stesso o smettete di leggere?
Fatemi sapere quali sono stati i vostri cinque romanzi “impossibili”!
Annunci

4 risposte a “Cinque romanzi impossibili da finire

  1. Morte a Venezia no, è bellissimo! Io non sono nemmeno riuscita a iniziare Horcynus Orca di D’Arrigo e non riuscirò mai a finire L’Ulisse di Joyce. A questi due ho rinunciato.

  2. Ho avuto qualche difficoltà con Delitto e Castigo, ma alla fine ce l’ho fatta. I libri citati mi sono piaciuti tutti a parte “il codice da Vinci” che non ho letto e nessuna intenzione di farlo! La lettura dell’Ulisse di Joyce è possibile solo con una guida alla lettura, ma alla fine del sacrificio capisci che è un capolavoro. Ciao e grazie per il bel post Valeria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...