Conosciamo Spritz Letterario


Spritz letterario è un movimento nato a Padova, che merita una menzione. Nato dai lettori, che volevano sentirsi parte di un gruppo nel quale parlare di libri, è diventato un appuntamento fisso per gli amanti della buona scrittua. Conosciamo Marianna Bonelli, responsabile dell’ufficio stampa dell’associazione. Salute!

Noir Italiano: Ciao Marianna  e benvenuta  a Noir Italiano. Beh, uno spritz d’obbligo immagino. Meglio con Aperol o Campari?

Marianna Bonelli: Campari, senza dubbio. Amaro come la realtà dei noir.

NI: Cosa significa per te noir?

MB: Da piccola leggevo i classici gialli di Agatha Christie, crimine e soluzione del mistero. Giustizia era fatta e vissero felici e contenti. Oggi ho bisogno di indagare la realtà che mi circonda, la soluzione del crimine passa in secondo piano. Il noir italiano, soprattutto, è meglio di un’inchiesta giornalistica, con la scusa di raccontare una storia, denuncia le realtà scomode del nostro territorio. Penso a Omar di Monopoli, al collettivo Sabot, a Marilù Oliva, giovani autori che aprono gli occhi anche a chi non vuol vedere.

NI: Cos’è Spritz Letterario  e com’è nato?


MB: L’idea mi è venuta nel 2008, al termine di un corso di scrittura. C’era voglia di continuare a condividere la passione per la parola scritta, così ho dato appuntamento ai nostalgici del corso, per il martedì successivo, all’ora dello spritz: 18:30. Eravamo in 17, con 17 spritz in mano a parlare di libri. Ecco, questa la genesi dell’associazione di scriventi, non scrittori, lettori del Nord Est, estimatori di spritz. Oggi siamo quasi quaranta. Nel 2009 abbiamo pubblicato una prima raccolta di racconti che, non a caso, si chiama “17 spritz, prego!”. Ci troviamo nei bar della città, ogni quindici giorni, a parlare di libri e a scrivere racconti, coinvolgendo gli avventori del locale di turno. Organizziamo giochi letterari in piazza, atti di pirateria culturale, presentazioni di libri dal barbiere o altri luoghi non canonici, flash mob, SLAM di racconti noir, ecc.

NI: Qual è il vostro scopo?

MB: Divertirci, condividere la passione per la parola scritta, in modi sempre nuovi e costruttivi, alla portata di tutti, nella speranza di arruolare nuove leve nelle fila dei lettori italiani.

NI: Attraverso quali canali proponete le serate culturali?

MB: Principalmente attraverso i media locali e internet, anche se il passaparola e qualche locandina in città, aiutano la promozione.

NI: Cosa deve fare un autore o un appassionato che volesse collaborare con voi?


MB: A un autore, oggi, consiglierei di cercarsi un lavoro, visto che con i libri si mangia a stento e poi di venire a bersi uno spritz con noi. Scherzi a parte, basta contattarci via mail o dare un’occhiata al nostro blog per essere aggiornati sulle nostre attività, sempre aperte a tutti.

NI: Come vedi la situazione della cultura noir in Italia?


MB: Se esuliamo da chi si autopubblica, direi soddisfacente. È un genere letterario che ha un indubbio fascino su molti lettori, i quali non si accontentano di uno stile superficiale. Stiamo ancora applicando dei modelli americani, maestri del genere noir, dai quali però copiamo troppo spesso stereotipi che non ci appartengono. Uno stile tutto italiano è la ricerca che molti nostri autori stanno perseguendo. Siamo sulla buona strada.

NI: Associazioni come la vostra hanno anche il pregio di accorciare le distanze tra autori e lettori. Come giudichi questo tipo di scambio?

MB: Necessario. L’autore scrive per essere letto e non c’è cosa migliore di un rapporto diretto tra i due. Si scrive in solitudine. Si legge in solitudine. Un momento di confronto è quanto mai necessario e costruttivo per entrambe le parti. Più è scritto bene un libro e più lo scrittore dimostra rispetto per chi investe tempo e soldi nella lettura.

NI: Ti ringrazio. Regalaci una frase noir.

MB: I poliziotti non dicono mai addio. Sperano sempre di rivederti fra gli indiziati. – Raymond Chandler

Annunci

2 risposte a “Conosciamo Spritz Letterario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...