La banda dei tre


la-banda-dei-tre-carlo-callegari-fanucci-time-crime

Autore: Carlo Callegari

Tipologia: Noir metropolitano

Luogo: Padova

Filo conduttore: La vendetta nei confronti di un clan rivale

Ambientazione: Il sottobosco malavitoso padovano

Protagonista: Claudio Bambola, poliziotto infiltrato

Narrazione: in prima persona

Cosa impari dopo averlo letto:  Che si può far noir e far sorridere il lettore

Giudizio nero:  Una piacevole conquista (Guida ai giudizi)

Ho apprezzato molto l’iniziativa della CE Fanucci di puntare su giovani autori italiani, per creare una collana noir che raccontasse il nostro paese. Ho avuto modo di leggere questo romanzo dello scrittore padovano Callegari e mi sono divertito. Perché l’autore si diverte a prendere in giro i canoni classici del poliziesco, presentando personaggi al limite del ridicolo. Però, una volta che la storia “ha carburato”, l’umorismo nero svanisce, lasciando il posto a un noir crudo e parecchio violento.

Claudio bambola è un poliziotto infiltrato. Sta seguendo un grosso scambio di coca, messo in atto da Tony, un malavitoso padovano dalla pistola facile e dal fisico minuto. Non che sia magro. Tony è proprio un nano, che si muove per Padova con un Sulky. Bambola si troverà però braccato da Makarovic, fratelli malavitosi russi che vogliono esportare i loro affari nel Nordest. Si dovrà unire con Tony e con Silvano Magagnin, un tossico, per poterli eliminare.

Il romanzo è ben scritto, facile da leggere e i punti morti sono pochi. Anzi, sembra che l’autore si sia impegnato a far sì che ogni capitolo si chiudesse con un colpo di scena. Memorabili alcuni dialoghi tra i personaggi, al limite del comico, che rendono la lettura più facile e scorrevole e alleggeriscono l’atmosfera noir. Come a dire che una risata, forse, ci seppellirà.

Un autore che può entrare di diritto a far parte della scuola, ormai tra le più importanti d’Italia, del noir padovano. Una città che ci sta regalando parecchi autori da seguire. Come questo Callegari.

Perchè leggerlo: Perché è ben scritto, divertente e facile

Perchè non leggerlo: Nessuna controindicazione

Cos’ho pensato quando l’ho finito: Molto divertente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...