Primo


Autore: Maria Masella

Tipologia: Giallo

Luogo: Genova

Filo conduttore: Doppia indagine su casi di omicidio

Ambientazione: la Genova degli anni ‘90

Protagonista: Mariani, commissario di polizia

Narrazione: In prima persona

Cosa impari dopo averlo letto: Che il noir è una cosa seria

Giudizio nero:  Una piacevole conquista (Guida ai giudizi)

Lo so, leggere una collana di romanzi seriali partendo dall’ultimo è come guardare una partita del Milan dal 85esimo in poi. Però sono scusato, poiché questo è un prequel, ovvero un episodio antecedente la saga del commissario Mariani, che tratta il rpimo caso di omicidio a cui il commissario ha preso parte. E non giudicatela un’americanata, poiché anche Simenon ha pubblicato un romanzo con la prima indagine di Maigret quando il commissario era già ben conosciuto.

Genova, metà anni ’90, quartiere Sampierdarena. Il novello commissario Mariani si trova alle prese con un duplice omicidio. Il primo riguarda Primo Gambaro, medico chirurgo conosciuto in città perché eroe della resistenza partigiana. Ma Primo è anche un amico del commissario, nonché molto legato alla madre di quest’ultimo. L’altro omicidio è di una donna, proprietaria con il marito di una rivendita di preziosi.

Maria Masella scrive noir semplici, senza fronzoli, che si fanno leggere e che sono davvero ben scritti. Frasi scarne, atmosfere ben descritte, i ragionamenti (e le paturnie) di Mariani, hanno un filo logico intelligente e verosimile. Un noir come tanti, dove c’è chi muore e chi scopre l’assassino, con i mezzo amori, storie travagliate e colpi di scena. Cos’ha di diverso questo romanzo? E’ scritto bene. Non è cosa da poco.

Perchè leggerlo: Perché è godibile e ben scritto

Perchè non leggerlo: Alcuni passaggi sono un po’ lenti

Cos’ho pensato quando l’ho finito: E così che è cominciato tutto

Questo articolo è stato scritto ascoltando Y Sin embargo di Joaquin Sabina

Se l’argomento t’interessa, allora dai un’occhiata a:

Intervista a Maria Masella

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...