Saranno infami


Autore: Alberto Paleari

Tipologia: Noir

Luogo: Provincia di Lodi

Filo conduttore: La ricerca della notorietà a tutti i costi

Ambientazione: l’adolescenza in provincia

Protagonista: Ivan, sedicenne “difficile”

Narrazione: terza persona

Cosa impari dopo averlo letto: Che l’ambizione e la fama possono diventare una malattia

Giudizio nero: Ciò che tutti dovremmo leggere

Un pugno allo stomaco, ecco cos’è questo romanzo. Una profonda discesa negli inferi della notorietà a tutti i costi. E Alberto Paleari la descrive con una scrittura secca e priva di fronzoli, asettica, senza complicazioni, mettendo il lettore di fronte alla realtà delle cose.

Ivan ha sedici anni, a scuola va male, ha perso il padre quando era piccolo, se la fa con alcuni bulletti. Poi incontra Astrid, una coetanea che ama postare su facebook frasi e citazioni colte ma che ha un unico obiettivo: raggiungere la fama. A tutti i costi, come i Beatles, che avevano affermato di essere più famosi di Gesù. Astrid imprigiona Ivan nella sua rete, lo obbliga ad attraversare l’autostrada a piedi e poi mette il video su You Tube, non esce mai e quando il video stenta a superare le centomila visualizzazioni, va in depressione e accarezza il suicidio.

Paleari racconta un lato triste della nostra società, la perdita di parecchi valori, l’inutilità della scuola che non forma il carattere dei ragazzi, l’inseguimento della notorietà, cercando di emulare personaggi da Grande Fratello e reality show inutili. Astrid perde il contatto con la realtà, la sua unica preoccupazione è avere uno smartphone per potere essere collegata a facebook ventiquattrore al giorno, si preoccupa solo di tessere un piano per creare un video che li renda famosi in tutto il web.

Paleari si dimostra profondo conoscitore della vita e degli atteggiamenti dei sedicenni moderni, che s’incontrano su facebook, chattano, si scambiano messaggi, canzoni, video, che s’incontrano dal vivo solo poche volte e per il resto rimangono sempre nascosti dietro ai loro monitor.

“Saranno infami” è un romanzo cattivo, un, come dicevo, pugno allo stomaco che colpisce il lettore e non lo lascia indifferente. Un ottimo romanzo.

Perchè leggerlo: Perché è un ritratto cattivo e privo di perbenismi della gioventù odierna

Perchè non leggerlo: Leggetelo, leggetelo

Cos’ho pensato quando l’ho finito: E’ proprio così, che tristezza.

Se l’argomento t’interessa, allora dai un’occhiata a:

Intervista ad Alberto Paleari

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...