Milano è un’arma


Autore: Francesco Gallone

Tipologia: Indagine ufficiale

Luogo: La Milano delle perfiferie

Filo conduttore: Indagine su un omicidio

Ambientazione: Il sottobosco dei naziskin e dei centri sociali

Protagonista: Camporosso, ispettore “raccomandato” della Questura di Milano

Narrazione: In terza persona

Cosa impari dopo averlo letto: Che Milano non è quello che sembra, sa essere bella, se s’impegna

Giudizio nero: Una piacevole conquista (Guida ai giudizi)

Milano è una città sporca, intasata, pericolosa. Eppure i milanesi la amano. Questo è quello che viene fuori dalle pagine del romanzo di Francesco Gallone (che invece si rivela un po’ troppo critico con la “mia” Brianza). La Milano nella quale si muove l’ispettore Camporosso, entrato in polizia solo per la spinta del suocero che lavora alla Digos, è una città dove i cinesi sono padroni indiscussi di via Paolo Sarpi, i rumeni attendono le vittime fuori dalla metropolitana e il kebab va più di moda della pizza al trancio.

Lo stile di Gallone è veloce, godibile, molto diretto. La capacità dell’autore è quella di creare dei siparietti comici (come il tipo che va a fare a botte portando con sé le cagnette della madre, che è in vacanza) che però non stonano né appiaiono fuori contesto, bensì regalano un sorriso e una risata.

La vicenda certo è un po’ “macchinosa”. Un facoltoso imprenditore brianzolo che si affida a un killer per risolvere la faccenda, è parecchio cinematografica. Bella invece l’ambientazione. Milano non è solo lo sfondo della vicenda, bensì ne è la piena protagonista. Una vicenda del genere non sarebbe verosimile in nessun altro luogo, tranne che nella sporca, caotica città meneghina, che i milanesi, compreso Gallone credo, amano così tanto.

Perchè leggerlo: Per le parti comiche che fanno sorridere senza sembrare fuori contesto

Perchè non leggerlo: Nessuna controindicazione

Cos’ho pensato quando l’ho finito: Mi sono divertito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...