Guernica


Autore: Carlo Lucarelli

Tipologia: Giallo storico

Luogo: La Spagna della guerra civile

Filo conduttore: Ricerca di un militare scomparso

Ambientazione: l’esercito legionario inviato da Mussolini

Protagonista: Filippo Stella, legionario e spia

Narrazione: In prima persona

Cosa impari dopo averlo letto: Che l’ambientazione non è tutto

Giudizio nero: Se la tira (Guida ai giudizi)

E’ stato il primo romanzo di Lucarelli che ho letto (poi ne sono seguiti altri). Di solito, quando non conosco un autore, prendo il suo testo più breve, in modo che, nel caso non mi piacesse, non mi debba ritrovare impelagato in mesi di lettura inutile.

Devo dire che questo romanzo, che si presenta come noir storico, mi ha lasciato l’amaro in bocca. Leggendo le opere seguenti dell’autore, ho trovato di certo più spunti e divertimento. La storia di per sé non è male: il doppiogiochista Stella, italiano trapiantano in Spagna durante la guerra civile, lavora con franchisti e rossi, fregandoli a vicenda. Viene obbligato dai legionari italiani inviati da Mussolini ad arruolarsi e accompagnare un alto papavero dell’esercito alla ricerca di un compagno d’armi disperso.

Giocoforza della vicenda è l’ambientazione e qui Lucarelli ne esce vincitore: l’atmosfera della Madrid della guerra civile, dell’Hotel dove alloggiano Orwell e Heminguay, le descrizione dei paesi distrutti dai bombardamenti nazifascisti, i racconti delle atrocità della guerra sono efficiaci e coinvolgenti. Così come la benedizione generale al corpo d’armata franchista, con la descrizione dei vari reparti (falangisti, estremisti, legionari, nazisti e balordi vari ed eventuali) è molto evocativa e curata. Ottima dunque la documentazione che vi sta dietro.

La storia, la vicenda in sé stessa, mi è sembrata un po’ zoppicante. L’ambientazione efficace e originale colma notevolmente le lacune di questo noir. Un ottimo prodotto da leggere sotto l’ombrellone o in pausa pranzo, ma che non vi cambierà la vita.

Perchè leggerlo: Per l’originalità dell’ambientazione

Perchè non leggerlo: Non è un vero e proprio noir, non è un giallo, è un esperimento letterario

Cos’ho pensato quando l’ho finito: Ottima la ricerca storica ma m’aspettavo di più

Acquista una copia su Amazon.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...