Un aperitivo con: Squadra Volante Ligera


Squadra volante, come le pantere e le gazzelle delle forze dell’ordine che solcavano le strade della Milano anni ’70 (a quei tempi bisognava dicitare il 777, come in una famosa canzone della mala milanese, “Porta romana bella”). Ligera, come la vecchia mala milanese, romantica, disorganizzata, che rubava per fame e non per “malvagità”. Questo il nome di un sito, a cura di tre ragazzi milanesi, Simone Pasquali, Andrea Martinenghi e Roberto Giani. La loro idea? Catalogare l’immensa produzione cinematografica ambientata a Milano, scovando location originale e riportando alla luce pellicole dimenticate. Milano è la città perfetta per un noir, oggi come nei poliziotteschi del passato. Per questo Noir Italiano non può che chiedere maggiori informazioni ai ragazzi di “Squadra volante ligera”.

Noir Italiano: Ciao Ragazzi e benvenuti. Visto che Milano è la patria degli happy hour, io prendo uno Spritz, voi?

Squadra Volante Ligera: Un Biancosarti.

NI: Com’è nata l’idea di catalogare i film girati a Milano?

SVL:  Ci siamo conosciuti su un forum di cinema nel 2005 e dopo qualche tempo abbiamo deciso che sarebbe stato divertente ricercare e fotografare i luoghi dei vecchi film polizieschi – i cosiddetti “poliziotteschi” – di cui parlavamo tanto. Una volta finiti quelli è venuto naturale occuparci di tutta la filmografia milanese.

NI: Milano è un buon set dove ambientare un film noir?

SVL: Sì, una città così ricca di contrasti e contraddizioni è un posto ideale per un noir. Una città che sotto la sua apparenza di perfezione nasconde tanti conflitti, tante ambizioni, ma anche tanta disperazione: tutti perfetti ingredienti per una trama noir.

NI: Il miglior poliziottesco girato a Milano?

SVL: Milano Odia e Milano Calibro 9 (entrambi più noir che polizieschi), ma La Mala Ordina contiene probabilmente l’inseguimento più straordinario ed intenso dell’epoca. Menzione anche per il sottovalutato Milano Rovente.

NI: L’angolo più oscuro di Milano?

SVL: In passato i Navigli e Porta Ticinese, che poi è la zona che viene maggiormente usata nel genere noir-poliziesco; la zona della Ligera, appunto. Oggi, invece, l’area attorno alla Stazione Centrale, con la sua contrapposizione tra la modernità dei vicini grattacieli e la varia umanità che la popola.

NI: Se oggi un regista volesse girare un film noir su Milano, quali tematiche dovrebbe scegliere?

SVL: Dovrebbe giocare sui contrasti sopracitati, sulle commistioni tra la “Milano bene” e quella dei disperati e degli emarginati. Tra queste realtà vi sono molti più contatti “di comodo o di affari” di quanto magari si possa pensare.

NI: Il vostro sito ha lo scopo di ricercare i luoghi dei film su Milano. Ne sono sopravvissuti molti?

SVL: Parecchi, ma perché non dare un’occhiata al sito per rendersene conto?

NI: Molto spesso si parla di Milano come la fiaccola del progresso italiano. Eppure vivendoci a me appare come una città di contrasti, che fa paura. Che giudizio date sulla città che traspare dai film che avete catalogato?

SVL (Roby): Non credo si possa dare un giudizio prescindendo dall’epoca storica. Se mi chiedi un parere personale, io preferisco la vecchia Milano della Ligera, della mala nostrana nata più per necessità che per sfizio, quella dal dopoguerra al boom degli anni ’70. Da quel momento ad oggi mi sembra che tutto sia cambiato in peggio, perché come dici giustamente, i contrasti si sono accentuati ed è completamente sparita quella malavita romantica di allora per lasciare spazio a una criminalità senza nessun “codice etico”, se così si può dire.

NI: Vi ringrazio. Lasciateci con una frase noir.

SVL : Te ne lasciamo tre:  “Fai agli altri quello che loro vorrebbero fare a te, ma fallo prima”, “Quest’uomo è morto per seicento lire…” e “(Milano) a little Chicago”.

Una risposta a “Un aperitivo con: Squadra Volante Ligera

  1. Pingback: Squadra Volante Ligera sul blog Noir italiano « Squadra Volante Ligera·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...